Workshop posticipato

  • workshop postponed

Workshop posticipato

Cosa aspettarsi da una persona il cui quotidiano è tutto fuorché noiosamente privo di imprevisti? Come minimo che apra l’agenda sotto i tuoi occhi e che questa, in un improvviso colpo d’aria apparentemente involontario,  si sfogli da sé confondendo pagine e quindi giorni e quindi appuntamenti… Ecco, così avviene che un workshop programmato per il weekend dal 16 al 18 maggio abbia luogo invece nel mese di giugno,  più esattamente da venerdì 13 a domenica 15. In fondo il colpo d’aria non è stato poi così violento, la data non è più quella, è vero, ma in agenda non risultano modificati né il luogo, la country house La Ragola di Ostra (An),  né l’insegnante, me, né l’oggetto dell’appuntamento, un timido ma preziosissimo workshop di stampa botanica su carta. A ben guardare, tuttavia, un paio di trasformazioni la nuova data le porta con sé: un nuovo titolo “Pagine stampate di Piante”, e soprattutto una nuova capacità di accogliere un maggior numero di interessati. Se in maggio delle restrizioni mi obbligavano a non accogliere un numero di iscritti superiore a cinque, ora sono in grado di aprire il workshop ad un massimo di 12 partecipanti. Il tempo per aggregarsi è pochissimo, poco più di una settimana, ma chissà, magari qualche apprendista tintore botanico là fuori aspettava proprio un colpo d’aria improvviso per lasciarsi trasportare e lanciarsi in questa avventura! Non è davvero mio costume lanciarmi in più o meno esplicite autopromozioni, ma devo riconoscere che una simile ritrosìa spesso inciampa nel difetto opposto, quello di non lasciar trasparire bene la bontà, la ricchezza, il valore di una proposta, e questo è semplicemente un peccato. Perciò lascio andare i miei imbarazzi. Sperimentare la stampa per contatto diretto su carta è un esercizio decisamente versatile, capace sia di regalare suggestive ed irripetibili pagine di forme e colori agli amanti della carta, sia di offrire indicazioni importanti, nelle preliminari fasi di studio del vegetale e delle sue proprietà, a quanti utilizzano in realtà i tessuti come elemento principe delle proprie creazioni. Con una messa a fuoco più ravvicinata, si misurano aspetti relativi alla composizione, alle variabili determinate da supporti, piegature e legature, si individuano percorsi ottimali in base agli esiti desiderati, in buona parte semplificando alcuni degli elementi di difficoltà tipici del lavoro di stampa naturale su tessuto. Ecco perché questo workshop può rappresentare un ottimo primo ingresso nel mondo della stampa naturale, ma anche un potenziamento degli strumenti di indagine per chi conosce già il mondo della tintura con i vegetali, e ancora un fertilissimo universo di possibilità espressive per i creativi della carta. Se ci state facendo un pensierino e desiderate qualche informazione in più, non aspettate che la folata si plachi, cercatemi pure tra email e telefono!

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *